Cerca Cerca
« indietro

Il 2° trimestre

Finalmente sono arrivata al secondo trimestre! Già durante la prima gravidanza era il mio periodo preferito. Ora il momento critico è superato, lo sanno tutti, la pancia è visibile ma non troppo grande e pesante e posso semplicemente godermi la gravidanza. Cosa mi ha tenuto occupata in questo stadio della gravidanza, quali doloretti mi tormentano e i miei personali suggerimenti per questo periodo, puoi leggerli qui nella seconda nota del mio diario di gravidanza.

Sentire i primi passi

La cosa più bella del secondo trimestre? Sicuramente sentire i primi passi! È una sensazione incomparabile e magica sentire dentro di sé una piccola persona. Mi sentivo come quasi tutte le donne incinte: non ero sicura all’inizio se quelli fossero veramente i movimenti del bambino o qualcos’altro. Questa incertezza diminuisce quando questo formicolio diviene sempre più regolare e forte. E succede presto, nel mio caso nella 20esima settimana di gravidanza potevo sentire i passi del bimbo anche da fuori. Anche papino non ha dovuto aspettare a lungo prima di sentire i primi passi.

Una vera montagna russa emozionale

Una tale gravidanza mette a dura prova una persona? Essere al settimo cielo o in depressione in 0,1 secondi? Certo, durante il secondo trimestre succede anche più volte al giorno. Ci sono giorni in cui sembra davvero così. Altri giorni in cui le lacrime mi sono scese semplicemente senza motivo. Apparteneva in qualche modo alla gravidanza. Proprio come i sogni intensi che ho avuto quasi ogni notte. Tuttavia, ero contenta quando verso la fine del trimestre, gli ormoni sembravano essersi stabilizzati e mi sentivo di nuovo me stessa.

Femminuccia o maschietto?

La maggior parte dei genitori scoprono il sesso del loro bimbo durante il secondo trimestre di gravidanza, ovviamente se vogliono. Noi lo volevamo! Il sesso del mio primo bimbo l’ho scoperto all’epoca durante la 18esima settima di gravidanza nella visita di controllo. Sarebbe stato chiaramente un maschietto. Quindi speravo che anche questa volta venisse scoperto in modo chiaro, perché ero così entusiasta di conoscerlo. Ma avvenne, come doveva avvenire e non si verificò la chiara risposta sperata. Una tendenza, niente di più. Quindi aspetta altre 4 settimane fino al prossimo appuntamento per il controllo, l’ecografia dettagliata. Durante questo periodo, tuttavia, non mi sono incuriosita come prevedevo, anzi. Sono diventata sempre più consapevole del fatto che il genere non ha assolutamente alcun ruolo e che avrei desiderato volentieri e allo stesso modo entrambi. Tuttavia abbiamo deciso con il mio partner di voler sapere il sesso prima della nascita. La tendenza scoperta nell’ultima visita è stata confermata nella 22esima settimana, avremo una bambina!

La ricerca del nome

Più o meno ora si inizia a pensare a possibili nomi per il bambino. Per noi era chiaro, che sarebbe stato il nome da bambina già cercato in precedenza. Perché i nomi erano stati trovati effettivamente molto presto e anche prima della risposta. Io davo dei suggerimenti e il mio partner o li respingeva o il nome appariva sulla nostra lista. La lista non esisteva più solo nella mia mente, ma salvavo i potenziali nomi nelle note sullo smartphone. Almeno i nomi maschili, perché quello femminile fu trovato molto velocemente e chiaramente.
Altre coppie fanno le loro liste e poi le scambiano. O usano strumenti** o applicazioni per trovare i nomi, che divertono e danno la giusta ispirazione.
Sfortunatamente, il tutto non è sempre così facile. Ma hey, dopotutto è un lavoro meraviglioso essere in grado di dare un nome ad una piccola persona, giusto?

I miei doloretti durante il secondo trimestre

Ho vissuto finora una fantastica gravidanza e un secondo trimestre particolarmente bello, di cui sono estremamente grata. Ciò non significa che non soffro di alcuni piccoli doloretti. C’è, per esempio, questo bruciore di stomaco, che a volte mi infastidisce e talvolta mi sfinisce davvero. Dormo su un totale di 3 cuscini perché altrimenti mi priverebbe completamente del sonno. Ma fortunatamente non è lo stesso ogni giorno e mangiare mandorle mi aiuta davvero molto. Sfortunatamente, non ho alcun rimedio casalingo definitivo per la schiena e il dolore sciatico che si presentano ogni tanto dagli ultimi giorni del secondo trimestre. Ma tutto sommato, sono davvero in forma. E visto che so che arriveranno altri doloretti, ho goduto particolarmente di questa fase della gravidanza e mi sono concentrata sul lato bello.

I miei 3 must have per il 2° trimestre

  • rimedi casalinghi per il bruciore di stomaco: personalmente, mi aiutano molto le mandorle. Scopri cosa ti aiuta, ad es. latte, fiocchi d’avena o zenzero.
  • reggiseno per allattare: già durante la gravidanza lo indosso tutti i giorni. È comodo e senza ferretto, il che diventa importante con la pancia in crescita.
  • macchina fotografica dello smartphone: prima o poi sarò contenta di aver scattato delle foto della mia pancia. Anche se finora sono solo selfie fatti davanti allo specchio.