Cerca Cerca
« indietro

2° trimestre e tutto migliora?

Come molte altre donne incinte ho dovuto combattere anche io nel 1° trimestre la stanchezza, la mancanza di energia o anche di appetito (lo puoi rileggere qui). Dato che si legge dappertutto che nel 2° trimestre la situazione migliora, ero contenta anche io di arrivare a questo momento. Sebbene sapessi già che il mio strano senso del gusto sarebbe di certo rimasto (non mi piacciono molte cose da quando sono incinta). Inoltre non si dovrebbero portare più pesi dal 2° trimestre (si, un buon suggerimento, non attuabile con un bambino piccolo dentro casa!) e capire se si vuole visitare un corso preparto (con o senza partner). Di seguito la mia esperienza nel 2° trimestre.

Aumento di peso e sport nel 2° trimestre

In molte amiche la nausea sparì dopo la dodicesima settimana, volevano di nuovo mangiare di più, si sentivano meno male. Anche io mi sentivo meno male, il mio appetito aumentava e con lui il mio peso. Ma tutto quello che non volevo mangiare prima, potevo continuare a non mangiarlo.
La spensieratezza è stata una sensazione nuova: non so se dipendesse dal fatto che dopo l’ecografia morfologica nella tredicesima settimana fossi sollevata che tutto stesse andando bene con la mia creaturina nella pancia o se dipendesse dal fatto che l’embrione avesse ora tutti gli elementi costitutivi essenziali di un corpo umano e da ora in poi dovesse in realtà solo crescere. Ad ogni modo a partire dalla tredicesima settimana andò veramente molto molto meglio. Già durante la mia prima gravidanza, aumentai di peso soprattutto nel trimestre centrale. Ma sebbene io lo notavo e anche il medico lo annotava, a me non importava. Facevo attenzione a me stessa, ad una alimentazione sana per me e il mio bambino. Potevo apprezzare con gioia che il mio corpo non pretendeva zucchero e cibi malsani, ma voleva carboidrati integrali, molta frutta e verdura. Sarebbe stato alquanto sbagliato iniziare a questo punto una dieta. La regola generale dice: un’alimentazione sana e bilanciata, di tutto un po’ e muoversi. I miei alimenti preferiti durante la gravidanza sono: pane integrale, insalata e verdura cruda come carote, patate, patate dolci, bietola, spinaci, mandorle, anacardi e arachidi (salati), yogurt al naturale, lamponi, mele e formaggi.

Finalmente mi sentivo meglio e il mio corpo era di nuovo in forma, mi muovevo molto più nel 2° trimestre di quanto non facessi nel primo. Andavo di nuovo 1-2 volte la settimana in palestra, sull’ellittica e facevo 1 volta a settimana yoga a casa, con esercizi per il pavimento pelvico. La teoria è vera: nel 2° trimestre ci si piace di più e si dovrebbero pianificare anche grandi viaggi, perché la pancia non è ancora troppo grande e ci si sente in forma. Chi non fa sport, dovrebbe non iniziare a farlo ora, ma muoversi regolarmente e andare fuori all’aria aperta, una cosa che fa sempre bene.

Ora cresce la pancia: suggerimenti per la moda premaman

Sì, avevo notato fin da subito nella seconda gravidanza che la pancia stava crescendo. Ma nella decima settimana pensai che tutti potessero vedere che fossi incinta. Ma questa volta ho aspettato (dopo una brutta esperienza si è più prudenti) e ho raccontato solo dopo l’ecografia ad una cerchia più ampia di persone che ero incinta. Non è poi passato molto, prima che i miei pantaloni diventassero troppo piccoli. Era ora arrivato il momento della moda premaman. Doveva poi essere ancora adattata alla stagione. Purtroppo, non va più bene tutto quello che indossavo nella prima gravidanza. Consiglio di farsi prestare più vestiti possibili dalle amiche. Chiaramente avevo anche io una cesta piena di vestiti: non potevo evitare, tuttavia, di andare di tanto in tanto a fare shopping. Per le giornate fredde avevo preso in prestito una giacca e per le giornate molto calde avevo ricevuto diversi vestitini da mia sorella o da una amica. Non avevo bisogno di queste cose così a lungo, perciò sarebbe stato un peccato comprare troppe cose. Ad ogni modo è utile avere i leggings, un pantalone della tuta da premaman (a dire la verità lo indosso SEMPRE a casa) e dei buoni reggiseni che siano anche da allattamento e di cui dopo (o diversi mesi dopo la nascita) si possa ancora avere bisogno. I reggiseni e i pantaloni della tuta li indosso quasi tutti i giorni, vale la pena infatti fare attenzione alla comodità.

Altri doloretti durante la gravidanza: i miei suggerimenti

Quali altri disturbi della gravidanza ho avuto durante il 2° trimestre? A volte un po’ di bruciore di stomaco o reflusso acido. È parte del processo, perché il bambino ha bisogno sempre di più spazio. I miei consigli: non mangiare mai porzioni troppo grandi, meglio più volte ma porzioni più piccole, bere abbastanza e non mangiare a cena il quark, lo yogurt o troppe proteine. No al caffè, meglio evitare piatti aspri o piccanti, no all’anidride carbonica.
Soffrivo inoltre di stitichezza, un disturbo normale nelle donne incinte. Quando il mio medico ha constatato una leggera carenza di ferro, ho assunto delle pasticche e la mia stitichezza è aumentata ancora di più. Il mio suggerimento è quello di mangiare la mattina un cucchiaio di semi di lino nel müsli e poi bere molto! Inoltre, assumere molti alimenti ricchi di fibre come frutta e verdura oltre a cereali integrali.
La mia pelle era già molto secca all’inizio della gravidanza. Mettevo una crema unta persino sul viso la sera. Dalla settima o ottava settimana metto dell’olio sulla pancia due volte al giorno e dopo ogni doccia il mio corpo riceve uno spesso strato di crema che idrata bene la pelle. Fin da quando si è ancora al lavoro o al massimo quando si ha già un bambino piccolo a casa è importante farsi del bene e regalare al proprio corpo ogni tanto un trattamento extra. Godersi un momento di benessere, un massaggio, una visita alle terme o farsi un bagno caldo per un’ora: tutto questo è balsamo per l’anima.

Il 2° trimestre vola

In un modo o nell’altro il tempo è passato più veloce da quando ho scoperto di essere incinta. Sono una persona piuttosto impaziente, ma presto è arrivata la ventesima settimana della gravidanza e con lei l’ecografia, nella quale si possono osservare di nuovo bene tutti gli organi. Ora si potrebbe ad esempio riconoscere un difetto cardiaco. Ogni ecografia era stata fin ora eccitante, vedere le braccia, le manine, il viso e ogni volta avere la sicurezza che tutto andava bene! Cercavo il più possibile di godermi la gravidanza, ma non è mica come la prima volta: con un bambino piccolo a casa, il lavoro, la casa e il giardino, il tempo a disposizione diventa poco. Sempre più spesso mi sorgevano anche delle domande: come si fa con due bambini? Riuscirò a fare tutto? Come reagirà il mio “piccolo grande” bambino? Sarà in fin dei conti sempre più preparato all’idea di diventare un fratello maggiore!

I miei 3 must have per il 2° trimestre

  • Comprare pantaloni della tuta premaman e leggings confortevoli
  • Semi di lino contro la stitichezza
  • Olio per massaggi contro le smagliature (insieme a una spazzola massaggiante).

Come prosegue il terzo semestre, ve lo racconterò presto.